www.osteriadelcurato.it OSTERIA del CURATO
Quartiere del VII (ex X) Municipio - Roma
www.osteriadelcurato.it

MANCANO LE BARRIERE SUL G.R.A.

Due tratti del Grande Raccordo Anulare, sulla carreggiata interna che costeggia la zona dell'Osteria del Curato, risultano inspiegabilmente privi delle barriere antirumore e antinquinamento.

 

1) Il primo tratto, di appena 200 metri circa, si trova in corrispondenza del crocevia tra Via Cinquefrondi, Via S. Giorgio Morgeto e Via S. Catarina Albanese, come si vede da questa foto:

ingrandimenti:
 

 

 

2) Poco pił avanti, in corrispondenza dell'incrocio con Via S. Nicola dell'Alto, la barriera si interrompe nuovamente (come si vede da quest'altra foto). Questa volta il tratto "scoperto" è molto più lungo, interessando tutta Via A. Burri, la zona di Piazza Peikov, fino all'Asilo Nido, il Complesso edilizio Santarelli ed ancora oltre fino al limite del quartiere:

 

 

Gli abitanti di Via Roggiano Gravina, Via S. Giorgio Morgeto, Via Cinquefrondi, Via Antonimina, Via Soveria Mannelli, Via A. Burri, Piazza I. Peikov e delle altre strade vicine chiedono che tali "buchi" siano chiusi al più presto, al fine di limitare, appunto, rumore e inquinamento.

 

 

Perché le barriere non ci sono?

Il tratto in questione fa parte della cosiddetta variante "dei lampadari" del G.R.A., realizzata per il Giubileo del 2000 anziché allargare il tracciato originario, che in quel punto è stretto da numerosi esercizi commerciali, in prevalenza negozi di lampadari. Questa variante doveva essere provvisoria, e forse per questo motivo non è stata dotata di tutti gli "accessori" necessari.

A distanza di tanti anni, però, la variante è ancora lì... e lì sembra che rimarra ancora per molto, quindi è giunta l'ora che venga almeno dotata delle indispensabili barriere a salvaguardia della salute degli abitanti vicini.


(a sinistra la nuova carreggiata realizzata nel 2000, che costeggia Osteria del Curato;
a destra il tracciato originale del G.R.A.)


Il (misterioso) appalto ANAS:

Nel mese di gennaio 2009 sulla pagina degli appalti del sito web dell'Anas (gestore della rete stradale ed autostradale italiana di interesse nazionale) era riportata una gara per la fornitura e posa in opera di barriere antirumore sul G.R.A. tra i Km. 19,900 e 43,300 e tra i Km. 57,000 e 68,223.

Considerando:
- che i Km. sono calcolati in senso orario iniziando dall'uscita dell'Aurelia;
- che l'uscita per Ciampino-Gregna S. Andrea (sulla sola carreggiata esterna) si trova al Km. 43,200;
risulta che il primo tratto interessato dai lavori dovrebbe comprendere anche i due punti di cui sopra, che costeggiano Osteria del Curato.

La notizia dell'appalto non è più disponibile sul predetto sito, ma ne è stata salvata una copia che è possibile vedere cliccando qui: in essa si dice che la gara (codice tornata RM2008/29) è stata aggiudicata all'impresa "CSA SRL".

Successivamente, sullo stesso sito, apparve che i predetti lavori erano stati consegnati all'impresa "CSA SRL" il 12 febbraio 2009.

Ma le barriere continuano a mancare!


Le comunicazioni dell'ANAS:

Il sig. Cosimo Calabro, che ringraziamo, fa presente che nell'ottobre 2009, a seguito di sua segnalazione, l'Ufficio Relazioni con il Pubblico dell'Anas gli inviò questa mail:

"Lo scrivente Compartimento della viabilità per il Lazio è in attesa dei finanziamenti necessari per la predisposizione di tale intervento.
Si fa presente che la pianificazione degli interventi segue una graduatoria regionale che dipende sia dall'entità del superamento dei limiti di rumore, sia dal numero di recettori esposti.
In particolare per il tratto dal Km 41+350 al Km 41+450 (svincolo 21 - 22) in carreggiata interna, lungo l'Autostrada in oggetto, è prevista l'installazione di circa 100 m. di barriere antirumore che coprirebbe la zona da Lei interessata.
Per quanto sopra menzionato, non si è in grado, ad oggi, di fornire con certezza una data dell'inizio di tali lavorazioni."

Dopo circa un anno e mezzo, poiché l'Anas continuava non fornire alcuna certezza riguardo alla data di inizio dei lavori, il sig. Calabro invia una nuova richiesta. L'Anas risponde con questa mail del marzo 2011, in cui - a differenza della prima mail - non si dice più che i lavori sono previsti, ma che vengono invece subordinati a ulteriori verifiche tecniche:

"Le comunichiamo che questa Società sta provvedendo ad effettuare dei rilievi acustici nella zona evidenziata in argomento.
Una volta effettuati i suddetti rilievi e il rumore risultasse superiore alle norme di legge, la sua richiesta sarà inserita nell'elenco delle segnalazioni di criticità acustica, al fine di tenerne conto, nell'ambito della fase di valutazione delle aree di superamento dei livelli d'immissione sonora e nella successiva definizione del piano definitivo di Contenimento e Abbattimento del rumore (PCAR) riguardante la rete stradale in gestione ANAS.
Si fa presente che, trattandosi di un piano pluriennale (soggetto ad approvazione da parte del Ministero dell'Ambiente d'intesa con la Conferenza Unificata Stato- Regioni), gli interventi di mitigazione acustica seguiranno una graduatoria nazionale dipendente dall'entità del superamento dei limiti di legge e dal numero di persone esposte; pertanto gli interventi da realizzare saranno definiti nel tempo, tenendo conto del loro grado di priorità e della disponibilità economica relativa all'anno del Piano."

Ora, considerando che il G.R.A. è sicuramente una delle strade più trafficate d'Italia, non dovrebbero esserci molti dubbi sul fatto che, di conseguenza, è anche una delle più rumorose e inquinanti!


  • Torna alla Pagina iniziale